Seleziona la tua lingua: 

Carrè di maiale
Ingredienti: carrè di maiale, vino bianco secco, miele, sale, pepe, timo, santoreggia, paprika dolce, chiodi di garofano.
Mettere timo, santoreggia, paprika, miele e vino nel frullatore e frullare per un minuto. Salare e pepare il maiale, metterlo in una casseruola profonda, coprirlo con il vino, aggiungere 2 chiodi di garofano, coprire e far cuocere in forno a 180° C finché sarà tenero (circa 2 ore e mezzo).
Miele consigliato: miele aromatico, per esempio castagno.

 

 

Mele al forno
Ingredienti: mele renette o golden, burro, miele, panna, cannella in polvere.
Sbucciare, levare il torsolo e tagliare a fette spesse un dito le mele. Posare sul fondo di una pirofila imburrata le rondelle di mele, dopo aver aggiunto un fiocchetto di burro sotto a ognuna. Spalmate la superficie delle rondelle con miele e passatele in forno per circa un quarto d'ora. Servite con panna montata, addolcita con miele e aromatizzata con cannella in polvere.
Miele consigliato:  da provare con il miele di lavanda.
 

Crostata di miele e noci
Ingredienti: pastafrolla già pronta surgelata, miele 300 g, noci tritate 300 g, un cucchiaino di rhum.
Mescolare accuratamente noci, miele e rhum. Dividere la pastafrolla in due parti. Usare una parte per foderare uno stampo da crostate, precedentemente imburrato e infarinato o meglio coperto con carta da forno. Riempire con il composto di miele e noci e ricoprire con l'altra metà della pasta, pizzicando il bordo per sigillare. Cuocere in forno a 180° C per circa 45 minuti. Servire con panna montata oppure coperta con cioccolato fondente sciolto a bagnomaria.
Miele consigliato: millefiori.


Mascarpone al miele
Ingredienti: mascarpone fresco 200 g, 2 uova, 4 cucciai di miele, biscotti secchi o savoiardi, cioccolato fondente.
Mantecare il mascarpone con i tuorli delle uova e il miele reso liquido. A parte montare a neve ferma gli albumi; unirli quindi delicatamente alla crema di mascarpone. Versare nelle coppette e lasciare raffreddare in frigorifero per almeno un'ora. Servire guarnendo con biscotti secchi o savoiardi e spolverizzando con cioccolato fondente e tritato.
Miele consigliato: miele aromatico, con gusto di caramellato, per esempio erica.


Cipolline brasate
Ingredienti: cipolline bianche, burro, miele, brodo, aceto, sale.
Pulire le cipolline, coprirle con aceto e acqua e lasciarle a bagno per qualche ora. Dorarle quindi, ben sgocciolate, in una casseruola con il burro. Aggiungere il miele e farlo caramellare leggermente. Coprire quindi con il brodo e farle cuocere, coperte e a fuoco basso, fino a che saranno tenere e il liquido si sarà ritirato.
Miele consigliato: miele aromatico, per esempio timo.
 

Cicerchiata (dolce tipico umbro)
Ingredienti x 4-6 pers.  Miele: 400 g Farina bianca: 250 g Mandorle pelate: 50 g tagliate a filetti Frutta candita mista: 80 g tagliata a dadini Zucchero: 2 cucchiai Olio d'Oliva extravergine: 2 cuchiai Brandy: mezzo bicchierino Olio di semi di girasole: abbndante per friggere.
Sbattete leggermente le uova in una terrina e impastatele con circa due terzi della farina; poi amalgamatevi lo zucchero, l'olio extravergine d'oliva e altra farina fino a ottenere un impasto piuttosto morbido che avvolgerete in un telo e lascerete riposare per mezz'ora in un luogo tiepido. Passato questo tempo infarinate la spianatoia, ricavate dalla pasta una sfoglia alta circa 2 cm e tagliatela prima a bastoncini e poi a tocchetti. Scaldate l'olio di semi nella padella dei fritti e mettetevi a dorare, pochi per volta, gli gnocchi di pasta. Versate il miele in una casseruola e mettetelo su fiamma moderata, togliendolo quando comincerà a colorirsi in modo accentuato. Per controllare la cottura, lasciatene cadere qualche goccia in un bicchiere colmo di acqua : se il miele si solidifica vuol dire che è pronto. Togliete quindi la casseruola dal fuoco, versatevi gli gnocchi di pasta fritti, i filetti di mandorle, i dadini di frutta candita e il brandy e mescolate bene. Ungete con l'olio uno stampo con foro centrale e versatevi il composto, levellandone la superficie; lasciatelo riposare per qualche ora, affinchè il miele si solidifichi, poi capovolgete lo stampo sul piatto da portata e servite la cicerchiata, arricchita eventualmente con altra frutta candita intera.

Pignolata
Ingredienti: farina 1 kg, uova 6, zucchero 250 gr, olio di semi 100 gr per l'impasto + 1 litro per friggere, cannella.
Modalità di preparazione Setacciate la farina e disponetela a fontana su una spianatoia; fate un incavo nel centro, rompetevi le uova, unite lo zucchero, 100 gr di olio di semi ed un pizzico di cannella. Impastate gli ingredienti e lavorate l'impasto fino a renderlo liscio e morbido. Formate dei cilindri grossi come un dito, tagliateli a pezzetti ed arrotolateli. Man mano friggeteli nell'olio bollente ma non fumante. Quando saranno dorati uniformemente, scolateli, lasciateli riposare qualche secondo su carta assorbente e versateli in un tegame in cui avrete messo il miele a sciogliere. Disponeteli a piramide su un piatto da portata e servite la pignolata ben fredda.
Miele consigliato: miele di zagara (500 gr)


Formaggio al miele
Ingredienti: qualunque tipo di formaggio secondo i propri gusti (si consiglia comunque il pecorino maremmano), miele.
In un piatto da portata tagliare il formaggio in piccoli pezzi e distribuire sopra il miele a filo. Servire accompagnato con grissini, cracker o pane tostato.


Seadas (dolce tipico sardo)
Ingredienti per 10-12 persone. 1 Kg di formaggio pecorino (o misto) fresco, mezzo Kg di semola fina di grano duro, 3 uova, qualche cucchiaiata di strutto fresco, la scorza grattugiata di due arance, olio d’oliva, un pizzico di sale, il succo di un limone, zucchero o miele sciolto a bagnomaria.
Il formaggio dev’essere necessariamente fresco (4-5 giorni di stagionatura) e molto grasso: per renderlo ancora più morbido può essere immerso per circa 10 minuti in acqua bollente tolta dal fuoco. Va quindi strizzato e fatto sgocciolare.
Impastare la semola con le uova, il pizzico di sale sciolto in una cucchiaiata d’acqua e lo strutto. Lavorare bene la pasta fino a raggiungere una consistenza elastica e morbida: lasciarla quindi riposare.
Nel frattempo grattugiare il formaggio ed impastarlo poi con la scorza di limone ugualmente grattugiata.
A questo punto riprendere la pasta e cominciare a tirarla, così da ottenere una sfoglia sottile: ritagliarla dunque in tanti dischi, usando l’apposita rotella o semplicemente la forma di una tazza.
Distribuire su un disco una buona quantità dell’impasto precedentemente preparato e sovrapporre un altro disco di pasta, saldandone bene i bordi. Per facilitare quest’operazione, si consiglia di inumidire leggermente gli orli da congiungere con albume d’uovo.
Procedere al riempimento e la chiusura di tutti i dischi: le seadas sono pronte.
Friggerle quindi in abbondante olio d’oliva, ben caldo, per circa un minuto: le seadas devono risultare delicatamente dorate.
Vanno servite calde, dopo averle cosparse di zucchero o di un velo di miele liquefatto.
 
 

 

Ricerca Prodotti

 News

  • 12-04-2016

    Da oggi è accessibile a tutti i visitatori il nostro nuovo sito. veniteci a trovare!!